venerdì 15 giugno 2012

Ale alle prese con le pulizie: Spontex aiuta anche Cenerentola!

Alessandrontola (= Alessandra + Brontola)

Quella di Cenerentola non è mai stata la mia favola preferita.
Mentre mi accingo a testare i prodotti Spontex, mi accorgo di sentirmi proprio come lei: infelice e alle prese con lo sporco subdolo – quello che c’è ma non lo vedi (per lo meno, io non lo vedo!) - e con tutti quei compiti che il mio lato ribelle si rifiuta di riconoscere. Armata di guanti al tè bianco, spugne abrasive, panni in microfibre e contenitori per alimenti, mi addentro nella selva oscura dei mestieri di casa e… rischio di perdermi all’istante!

Come succede nei migliori racconti popolari, mi viene in aiuto un’anima buona: il riccio Ernie, testimonial pubblicitario, che mi accompagna pagina dopo pagina alla scoperta del sito Spontex. Accidenti, ma quante cose fanno qui?! Cura delle stoviglie, delle superfici e dei pavimenti, protezione delle mani, soluzioni domestiche e in più cura della persona. Uso le spugne Spontex da sempre, ma non avevo idea che si occupassero di tutto ciò che riguarda il ”dietro le quinte” del benessere di casa!
In poche parole, Ernie batte topini canterini con ben 13 tipi diversi di abrasive, 7 di microfibre, 2 di panni e 5 di pannispugna per superfici, 13 di guanti, 3 di panni per pavimenti, 1 set lavapavimenti con 2 tipi di “fiocchi”, 4 di contenitori alimentari, 8 di spugne corpo e 1 borsa dell’acqua calda. Tiè!


Mentre mi accingo a testare i prodotti Spontex, dicevo, mi accorgo definitivamente di avere l’indole della principessa: per me le impronte di calcare sull’anta della doccia sono un semplice elemento decorativo guttiforme, lavar piatti e stoviglie a mano un passatempo incontemplabile, cucinare e riordinare uno strazio! Il fatto è che quando mi tocca affrontare gl’ingrati compiti, lo faccio con scarsa convinzione e totale disattenzione, perciò mi chiedo: come posso confrontare e valutare questi prodotti da perfetta tester, obiettiva e impavida? 

Per ora posso solo dire che ho usato la parte verde in microfibra della spugna Zero Graffi sull’acciaio, il legno e il laminato lucido della mia cucina e funziona mantenendo la sua promessa; che i guanti Mani Cure, di cui apprezzo il profumo delicato e il color verde acqua, sono confortevoli, non troppo spessi e con una buona presa (peccato siano troppo grandi per le mie manine); che ho trovato il panno Microfibre Anticalcare piacevolmente soffice e molto assorbente; e che mi piacciono molto i contenitori per alimenti, perché la chiusura ermetica è garantita dai fermagli sui coperchi, quelli rettangolari stanno comodamente l’uno dentro l’altro, le posate di quello rotondo son piccole e comode (peccato non ci sia lo spazio per incastrarle sul tappo del contenitore!) e la valvola del sottovuoto fa un fischio simpaticissimo.

Non basta vero? Mi devo applicare di più, me ne rendo conto; forse dovrei frequentare un corso di economia domestica… Oppure  potrei fare come Cenerentola e provare scarpe in vista della festa di settimana prossima ;-)

8 commenti:

  1. Ti trovo a tua agio nel mondo delle favole, vero? Certo meglio la Bella Adormentata che Cenerentola ;)

    RispondiElimina
  2. Ahahah Ale...ma come ti vengono!! Però devo dire che ti somiglio!! Tendenze principesche anche io :))

    RispondiElimina
  3. Con i tuoi racconti fai sembrar piacevoli anche i lavori noiosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ironia salva il genere umano (femminile) ;)

      Elimina
  4. Sembra il mio ritratto cara Ale...mi sa che faccio compagnia a te e a Katia eheh...;P

    RispondiElimina