martedì 9 ottobre 2012

LaVale prova i quadrotti Osram sotto i pensili in cucina

Colonna sonora: It’s A Hard Life – Queen (Greatest Hits II)

Eccomi alla seconda prova da tester: questa volta il prodotto arriva da Osram, storica azienda del settore elettrico. Si tratta dei QOD, piccoli elementi con luci led da combinare tra loro, in confezione da tre. Ora non mi resta che pensare a dove posizionarli!


Per prima cosa guardo i suggerimenti d’uso sulla confezione: i QOD sono ideali per illuminare scaffali e piccoli spazi, come nicchie o angoli bui. Ecco dove potrei testarli: sotto i pensili della cucina! Devo ammettere che l’illuminazione, in casa mia, non è proprio studiata benissimo: quando cucino do le spalle al lampadario e un po’ di luce in più non farebbe proprio male.


Comincio con aprire la confezione: a prima vista i QOD mi piacciono proprio, mi fanno pensare a dei biscotti da sgranocchiare per merenda. Oltre ai quadrotti, trovo l’elemento con l’interruttore e l’alimentatore. Noto che i quadrotti dispongono sia dei buchi per fissarli con le viti fornite sia dell’adesivo. Trovo molto furba quest’alternativa, che permette di fissare le luci senza intaccare il mobile e – quindi – di avere anche dei ripensamenti senza troppi danni.

Ok, è il momento di passare all’azione. Visto che in ogni caso avrei bisogno dell’aiuto di qualcuno per installare i QOD al meglio nascondendo tutti i fili, decido di fare per il momento solo una prova. Vado al tavolo e comincio ad assemblare il tutto. Devo dire che è davvero molto semplice: le istruzioni sono solo illustrate, niente testo, e il montaggio è intuitivo. Prendo lo scotch e provo a posizionare i quadrotti sotto ai pensili, attacco la spina e… luce fu!


Adesso devo solo trovare un volontario che mi assista nel rendere definitiva l’installazione ;-)

2 commenti:

  1. Proprio quel che servirebbe nella mia cucina!

    RispondiElimina
  2. moooolto interessanti!!
    p.s. cucina strepitosa :-)

    RispondiElimina