martedì 5 marzo 2013

Stefania e le candele profumate a prova di raffreddore

Le Yankee Candles sono arrivate durante una settimana di raffreddore: non le condizioni ideali per testare delle candele profumate... Ma appena ho aperto lo scatolone, ho subito capito che non sarebbe stato un problema, perché il profumo che ha invaso la stanza l'ho sentito benissimo nonostante il naso chiuso!  "Ma ce n'è una al melone?", chiede il marito ancor prima di vedere le candele. Indovinato! Test "naso da tartufo" brillantemente superato!


Qui in casa, a dire il vero, non facciamo grande utilizzo di profumi "artificiali". Qualche raro incenso o delle candeline, ma più che altro per decorare o creare atmosfera sulla tavola. Gli spazi sono piccoli e c'è sempre il timore che il profumo risulti troppo intenso e invadente. Il mio primo pensiero alla vista delle Yankee Candles, quindi, non va tanto al profumo quanto ai colori e ai vasetti di vetro (carinissimi!) in cui sono contenute.

Dove metterle per valorizzarle? Le candele sono 4 e noto che i colori combaciano perfettamente con le tinte dominanti dei nostri ambienti... Perfetto, direi!

La più scura, nei toni del marrone, va sullo sgabellino dell'ingresso, a fianco della "rana pescatrice" di legno, guardiana della casa. Anche il profumo, Black Coconut, richiama un'atmosfera etnica... note calde e accoglienti, con un accento vanigliato, ottime per dare il benvenuto agli ospiti.


La gialla si abbina alla nostra cucina color "vaniglia". Faccio spazio sul piano a fianco dei fornelli e la accendo mentre cucino: il profumo Paradise Spice ha una nota fruttata predominante che ricorda tanto l'ananas... forse più adatta alla stagione estiva, ma comunque utile per mascherare gli odori.


La blu trova la sua naturale collocazione in un angolo della vasca nel nostro piccolo bagno, dove quasi tutto, dalle piastrelle agli asciugamani, è... blu, appunto. A questo punto, perché non fare come nei film? Riempire la vasca, con tanta schiuma, accendere la candela, spegnere la luce e rilassarsi con un bel bagno caldo... anche se è pieno inverno e fuori nevica, basta chiudere gli occhi per farsi trasportare dal delicato profumo Turquoise Sky e immaginarsi su una spiaggia in riva al mare.


E infine la candela arancione... Il suo posto è nella camera da letto e all'inizio ho un po' il timore che il profumo Waikiki Melon sia troppo dolciastro. Invece si rivela una coccola piacevole: proviamo a lasciarla accesa per un po' la sera prima di andare a dormire, per poi infilarci sotto le coperte cullati dalle ultime note fruttate.


Sogni d'oro a tutti dal nostro appartamento profumato!

1 commento:

  1. Direi proprio che hanno passato il test a pieni voti!

    RispondiElimina